Attività del Collegio


In oltre 70 anni di attività, il Collegio, con le sole sue forze, amministrato da attivi e competenti Ufficiali della Marina Mercantile, democraticamente eletti dai loro Colleghi, basandosi sul volontariato, con spirito di sacrificio ed abnegazione, è riuscito ad istituire:

È riuscito anche a:

Nel settore della qualificazione ed aggiornamento, il Collegio, in collaborazione con l'Istituto Internazionale delle Comunicazioni, nel 1975 ha organizzato il primo Convegno sulla necessità di introdurre in Italia le moderne tecniche didattiche della simulazione navale.

Attualmente svolge corsi di Sopravvivenza e Salvataggio secondo le normative S.T.C.W. 95.

Inoltre è coinvolto in tutto quanto è necessario affinché le nuove certificazioni richieste dagli emendamenti alla Legge 139/85 (S.T.C.W. 95) risultino i più favorevoli possibili alla Categoria, che deve applicarle spesso con una non indifferente spesa personale.

Il Collegio Capitani è promotore di conferenze e dibattiti su tutti gli argomenti marittimi di pertinenza della categoria e che in qualche modo servono a migliorare la professionalità e le condizioni del personale navigante.

Il Collegio svolge studi nel campo della sicurezza, delle strutture tecniche e delle organizzazioni del lavoro a bordo e della difesa dell'occupazione e, in particolare, dell'ambiente e della sua influenza.

Il Collegio Capitani è ancorato alla scuola nautica per evitare che questa rimanga lontana dall'evoluzione e per permettere il travaso della pratica nell'istruzione teorica.

Il Collegio Capitani coopera con: