Storia del Collegio


ll Collegio Nazionale Capitani di Lungo Corso e di Macchina, Associazione Professionale indipendente senza fini di lucro, nasce a Genova il 3 gennaio 1946. L'Associazione, con sede Nazionale in 16124 Genova, Vico dell'Agnello 2, con 46 sedi ubicate in tutta Italia, è un sodalizio tra gli Ufficiali in attività, gran parte dei diplomati nautici, gli Ufficiali in quiescenza, ex Ufficiali della Marina impegnati a terra nei vari settori marittimi e gli Ufficiali della navigazione interna. Fanno parte inoltre dell'Associazione, in qualità di Soci aderenti, numerosi addetti alle costruzioni navali ed associazioni di categoria aventi scopi affini a quelli del Collegio. Attualmente, nonostante la crisi della Marina Mercantile Italiana, l'Associazione conta numerevoli Soci.

Il Collegio Nazionale Capitani è attualmente retto dal Presidente Com.te Giovanni Lettich

Il Collegio è affiliato al CESMA Confederation of European Shipmaster's Associations in Rotterdam. Tale organismo è presente con una sede fissa a Bruxelles presso la sede delle Commissioni Europee.

Il Collegio edita un periodico bimestrale denominato "Vita e Mare", riconosciuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con apposito decreto. Esso è l'organo ufficiale del Collegio, stampato a Genova in oltre 5.000 copie, diffuso tra gli Associati che lo ricevono in abbonamento ed inoltre inviato alle Amministrazioni dello Stato, Enti Pubblici e Privati, personalità del mondo politico e culturale. Il periodico viene inviato ad Associazioni ed Enti Esteri.

Con decreto del 9 gennaio 1976 del Ministero della Marina Mercantile, il Collegio Nazionale Capitani L.C. e M. è stato riconosciuto idoneo ad organizzare e gestire corsi di aggiornamento professionale in campo marittimo, previsti dalle norme nazionali ed internazionali.

Con D.M. del 14 gennaio 1993, a firma dell'On. Giancarlo Tesini, Ministro della Marina Mercantile, su parere favorevole del Consiglio di Stato, il Collegio ha ottenuto il riconoscimento della personalità giuridica a tutti gli effetti.

Con D.M. del 21 dicembre 1995, a firma del Direttore Generale del lavoro marittimo e portuale Dott. Giuseppe Giurgola, il Collegio Capitani è stato autorizzato a svolgere i corsi integrativi e di specializzazione per la formazione di Meccanici Navali e Motoristi abilitati.