ANNIVERSARIO DEL COLLEGIO NAZIONALE CAPITANI DI LUNGO CORSO E MACCHINA

Quest anno il Collegio compie 70 anni.
In questo lungo periodo ha partecipato alla vita ed alle vicissitudini della Nazione, della flotta mercantile nazionale e mondiale, insieme ai loro
Stati Maggiori di nazionalita italiana, , che ha sempre egregiamente
rappresentato.
Dalla fine della seconda guerra mondiale, attraverso la ricostruzione delle navi, sino all epoca presente, dove la flotta italiana risulta tra le piu
moderne del mondo, sempre a fianco degli Ufficiali componenti gli
Stati Maggiori delle stesse, occupandosi di tutti i problemi e traguardi che in questo lungo e travagliato periodo si sono via via presentati.

Gli Scopi del suo Statuto, dall assistenza e la elevazione culturale dei Soci, alla difesa dell ambiente marino, hanno nel tempo,
trovato il Collegio attento e presente nelle Sedi decisionali.
Il Collegio rappresentante degli Ufficiali imbarcati sulle navi, ha sempre collaborato con la Autorita Marittima e con tutti i numerosi enti collegati
allo shipping per ottimizzare il lavoro, la vita di bordo, e tutelare il
prestigio professionale dei Soci.
Oggi con il completamento delle Regole S.T.C.W. (International Conventions on Standards of Training,
Certification and Watchkeeping of Seafarers) e l implementazione della applicazione delle regole I.L.O. (International Labour Organization),
sempre piu rare le navi datate, si sta raggiungendo un livello di vita a bordo che puo definirsi elevato.

Gli Stati Maggiori sono formati da professionisti preparati ed adeguatamente compensati. Ovvio che esistano ancora condizioni da migliorare,
sia professionalmente che finanziariamente, ma con le
caratteristiche attuali del mondo in frenetico cammino questo tipo di situazioni esistera sempre.
Tutto si puo e si deve migliorare.
Il Collegio pertanto, attualmente, in simbiosi con le competenti Autorita Marittime, si occupa tra l altro:
a) Problemi attinenti al conseguimento della laurea per gli ufficiali di coperta e macchina;

b) Problemi attinenti la fatigue e stress di bordo;

c) Problemi attinenti all eccesso di carte/documenti da compilare a bordo;

d) Problemi della lingua parlata a bordo;

e) Problemi concernenti la pensione dopo una vita di lavoro sul mare;

f) Problemi concernenti il lavoro usurante, di difficilissima soluzione tenuto presente le diverse tipologie di mansioni a bordo;

g) Problemi concernenti le tasse ed in particolare alcuni voci di esse con particolare riguardo al costo dei corsi

h) Formazione sotto tutti i suoi aspetti

i) Problema per imbarco degli allievi ufficiali sulle navi sia iscritte al registro nazionale che Internazionale e monitorato con
attenzione del Collegio ed oggi ha superato il livello di guardia.

Il Collegio in tutte le Sedi pertinenti ha posto il problema dell imbarco di due allievi (coperta e macchina) su tutte le navi con sicurezza che possano completare il loro periodo di un anno necessario per poter dare l esame da ufficiale:


l) Il problema del trattamento malattia e infortunio, anche questi di difficile soluzione, visti gli interlocutori con i quali confrontarsi;

m) I problemi pratici di lavoro e convivenza a bordo.
Il Collegio, da sempre, ha suoi Soci che fanno parte dei componenti le commissioni di esame, in tutte le Direzioni Marittime dello Stato.

Edita il periodico Vita e Mare, che oltre ad essere ricevuto da tutti i Soci viene inviato ai Ministeri pertinenti, Enti, Associazioni dello shipping
, Universita, ecc. Tratta i problemi della Categoria ed e sempre stato aperto al contributo di quanti intendano collaborare al miglioramento di tutto il pianeta shipping.

Al Collegio da oltre venti anni e stata riconosciuta la Personalita Giuridica.
Ai due Compartimenti in cui e composto il Collegio e stata riconosciuta la certificazione ISO 9001.
Il Collegio ha una contabilita ed un bilancio nazionale controllato e certificato da un primario studio di commercialisti di Genova.

Partecipa annualmente a tutti i convegni, seminari, riunioni, che si svolgono in Italia interessanti i problemi della Categoria.
E affiliato alla Federazione del Mare , Ente che raggruppa tutte quelle attivita che compongono il cluster marittimo.

E socio dalla fondazione del C.E.S.M.A. (Confederation of European Shipmasters Associations) .
La Presidenza Nazionale del Collegio, di norma ogni anno, raduna i Capi delle attuali Delegazioni (quarantacinque) posizionate in tutte
le citta marinare della penisola per discutere i problemi della
Categoria.
Compone ed edita diverse pubblicazioni, attualmente ( cinque volumi), che servono di aiuto alla vita professionale degli ufficiali.

Come quote di adesione alla Associazione il Collegio propone due soluzioni:
1) Ai Soci naviganti che desiderano anche usufruire dell?assicurazione contro i rischi dal ritiro/ o sospensione del loro
titolo professionale, piu la `difesa (massimale centomila euro) dello stesso. (i dettagli e la polizza sono scaricabili sul nostro sito
www.collegionazionalecapitani.it) .

1) Una quota indirizzata a tutti gli altri Soci, gran parte dei quali navigano saltuariamente o lavorano a terra.


La prima opzione rivolta ai Colleghi naviganti e stata studiata nell ottica di partecipare con un maggior contributo alle spese necessarie per la vita del Collegio.
La seconda opzione e stata studiata perche rivolta ai molti Colleghi che oggi lavorano in strutture terrestri e le cui competenze mensili sono inferiori a quelle dei Colleghi imbarcati.

Attualmente dopo essere stato risolto il problema di alcuni corsi per adeguare i Certificati di Abilitazione alla S.T.C.W. ? Manila 2010, le sfide aperte e da portare a soluzione sono quelle precedentemente elencate.

Il Presidente Nazionale, com.te Giovanni Lettich, nella prossima assemblea dei Capi Delegazione che si svolgera prima della fine dell anno portera a conoscenza di tutti i Soci, i progressi conseguiti
illustrando i risultati ottenuti che verranno poi pubblicati su Vita e Mare.

Dobbiamo continuare ad essere orgogliosi del nostro lavoro.
Siamo una Categoria di professionisti d elite; pensate al tonnellaggio delle navi attuale sia da trasporto che passeggeri e della altissima tecnologia dei loro apparati propulsori e svariatissimi ausiliari di bordo.

Siamo rispettati nel mondo del lavoro e siamo pronti e intelligentemente proiettati ad un futuro che con la nostra professionalita costruiremo brillante.

Il Collegio Nazionale Capitani e Marittimi, conscio della sua importante presenza nel mondo dello shipping,
rimarra sempre a fianco dei Comandanti, Direttori di Macchina, e Ufficiali della Marina Mercantile, assicurando che i loro interessi e la loro professionalita saranno sempre attentamente monitorati e tutelati.


Mario Gandolfi
Presidente Onorario Nazionale



pubblicata il 27/07/2016