IL COLLEGIO CAPITANI PREMIA I MIGLIORI DEL NAUTICO

IL COLLEGIO CAPITANI PREMIA I MIGLIORI DEL NAUTICO

La cerimonia del Premio San Giorgio si è svolta il 16 febbraio scorso a Genova, presso l’aula magna intitolata a Luigi Durand de la Penne.

L’appuntamento tra mondo marittimo, scuola e città, organizzato da Collegio Nazionale Capitani, di comune accordo con l’Associazione ex Allievi e Docenti del Nautico “San Giorgio”, ha compiuto quest’anno 57 anni. Nel tempo la manifestazione ha attratto sempre più l’attenzione dello shipping: all’intento di riconoscere i ragazzi meritevoli che hanno scelto la formazione marittima, ha unito gli obiettivi di favorire l’alleanza tra diverse realtà del lavoro e le giovani leve del mare. Alla cerimonia hanno partecipato rappresentanti dello shipping e delle istituzioni cittadine, tanti sostenitori del Premio che hanno permesso di distribuire una pioggia di riconoscimenti allo studio; in sala c’era anche il vice ministro alle Infrastrutture e Trasporti Edoardo Rixi, il preside della Scuola Politecnica di Genova Giorgio Roth e il comandante del porto sotto la Lanterna Piero Pellizzari. L’organizzazione dell’appuntamento è stata resa possibile grazie al sostegno del Corpo Piloti del Porto di Genova, Assarmatori, Confederazione Italiana Armatori, Registro Italiano Navale, Cetena e dall’Ordine degli Ingegneri di Genova, nonché dalla partecipazione di Enti, Associazioni e Operatori del mare fra cui Ignazio Messina (Stefano Messina ci segue n da giovanissimo), Rimorchiatori Riuniti, Terminal San Giorgio, Gruppo Spinelli, Agenzia Marittima AeM e Ottavio Novella Spa. Nel corso della manifestazione sono state consegnate le targhe Attilio Traversa, Guglielmo Levi e Aldo Marletta ai migliori diplomati nautici ed alcune borse di studio ai migliori alunni del 1°, 2° e 3° e 4° anno. La prestigiosa targa San Giorgio, che il Collegio consegna ogni anno a una personalità dello shipping distintasi particolarmente è andata al prof. Massimo Figari, direttore del corso Maritime Science and Technology presso l’Università di Genova, “per avere elevato con la ricerca e l’istruzione la cultura dei giovani sul mare”. Il prof. Figari da studente modello ha studiato sui banchi del Nautico San Giorgio di Genova e a suo tempo è stato premiato con la Targa Traversa come migliore diplomato di coperta del suo anno; è la seconda personalità a unire i due riconoscimenti (Traversa e San Giorgio); prima di lui l’ing. Guido Barbazza, già direttore di Wartsila, che era seduto nel pubblico. Figari ha ricordato come il Collegio Capitani, uno dei principali sostenitori del percorso accademico rivolto a chi intende fare carriera sul mare, sia stato tra i primi a capire che bisogna arrivare in alto, investendo su se stessi; in Italia ci sono solamente due corsi universitari L-28 con obiettivo gli Ufficiali della Marina mercantile (a Genova e a Napoli); occorrerà lavorare per allineare dal punto di vista normativo i percorsi ITS e universitari, inoltre dare l’opportunità agli Ufficiali di conseguire la laurea magistrale e il dottorato di ricerca, cosa che già succede all’estero.

CONDIVIDI:

Galleria Fotografica

SG1.jpg SG2.jpg SG3.jpg SG4.jpg SG5.jpg

Articoli correlati: